venerdì 6 marzo 2009

Verdura Umana

In questi giorni, dove la pioggia ha scandito le ore e incupito l'umore, si è parlato molto di plagio. Sia che Stella di Sale hanno gestito alla grande questa situazione creando una piccola task force di emergenza e ottenendo la chiusura di molti dei siti che avevano indebitamente sottratto foto e ricette. Vi invito ad andare a leggere il materiale che hanno messo a disposizione ed esporre il loro logo, in modo da far saper a futuri furbertti che le loro azioni avranno delle conseguenze!
E mentre pensavo a questi eventi mi è tornato in mente un articolo che avevo letto qualche giorno fa sull'Internazionale. Parlava del concetto di gentilezza, nel senso più ampio del termine, inteso anche come empatia nei confronti del prossimo, della capacità di agire a favore di qualcuno. Ma soprattutto trattava di come questo valore si sia trasformato nel corso del tempo in qualcosa di negativo, in una sorta di disvalore.

[...] Nella nostra immagine degli esseri umani la gentilezza non è un istinto naturale: siamo tutti pazzi, cattivi, pericolosi e profondamente competitivi. Le persone sono mosse dall'egoismo e gli slanci verso il prossimo sono forme di autoconservazione. La gentilezza è diventata un piacere proibito [...] La gentilezza ispira diffidenza e le dimostrazioni pubbliche di generosità vengono liquidate come moralistiche e sentimentali. [...] La capacità di farsi carico della vulnerabilità degli altri, e quindi della propria, è diventata un segno di debolezza. (*)

Ma siamo davvero una società così meschina? Una società in cui l'individualismo è diventato così potente da farci accettare qualsiasi compromesso morale pur di affermarci? Possiamo davvero calpestare la nostra coscienza, rubare, mentire pur di raggiungere i nostri obiettivi?
Le risposte di quei signori/e che sono stati "sorpresi" a lucrare sulle passioni altrui sembrano dare conferma di tutto ciò. Nessuna parola di scuse, solo qualche tentativo di giustificazione scritto in toni sempre molto polemici.
Tutto ciò è veramente molto triste. Un piccolo ma rilevante campanello d'allarme che nessuno sembra ascoltare più.
(*) Internazionale 20/26 febbraio 2009 n.783

Comunque a parte queste considerazioni, oggi è venerdì, fine della settimana e le previsioni promettono un week end assolato. Ed è con questo gustoso piatto che vi auguro uno splendido fine settimana!

CRUMBLE DI FINOCCHI E PATATE

IMG_3595

(ricetta originale tratta da Ottolenghi)

Ingredienti: 2 piccoli finocchi/ 1 patata/ 1 cucchiaio di timo essiccato/ 200gr di panna/ 50gr di parmigiano/ 50gr di pecorino/ 50gr di farina/ 150gr di burro ben freddo e tagliato a cubetti/ 40gr di pan grattato/ 100gr di pomodori ciliegini/ 2 fette di speck tagliate a strisce

Scaldate il forno a 200°. Lavate e mondate i finocchi e la patata. Tagliate i finocchi a metà in senso longitudinale e poi ricavate delle fette di circa mezzo centimetro. Tegliate anche la patata in fette dello stesso spessore. In una ciotola condite i finocchi e la patata con un paio di cucchiai di olio, sale, pepe e il timo. Diponeteli in una teglia da forno e versateci sopra la panna. In una ciotola lavorate con la punta delle dita il burro, i formaggi, la farina e il pan grattato fino ad ottenere delle briciole. Ricoprite le verdure con il crumble, ricoprite la teglia con carta d'alluminio e infornate per 35 min. Trascorso questo tempo tirate fuori la teglia dal forno, rimuovete la carta d'alluminio e disponete sulla superficie del crumble i pomodori ciliegini, precedentemente tagliati a metà e le strisce di speck. Infornate nuovamente in modalità grill per circa 10 min (se la buccia dei pomodori si dovesse scurire troppo eliminatela con i rebbi di una forchetta)

IMG_3601

Ah! Comunicazione di servizio :D. E' nato un nuovo blog. Alcuni pazzi hanno deciso di rendere ancora più strano questo mondo. Se vi va di riflettere facendovi anche due risate...e attenzione perchè la pecora pazza è contagiosa!!

20 commenti:

  1. ma che bellezza questo crumble di verdure, già solo i colori mettono allegria!
    ps: anch'io leggo internazionale e lo adoro e concordo con te sulle conclusioni che hai tratto da quell'articolo

    RispondiElimina
  2. non solo niente scuse, c'è anche un tentativo di campagna diffamatoria nei confronti del mio blog, che non ho voglia di pubblicizzare e che vorrei ignorare ma che fa pensare, a proposito di società meschina...
    il crumble è bellissimo, di solito i crumble non sono molto fotogenici, invece questo è carino :-)
    baci buon we

    RispondiElimina
  3. stupendo il crumble,interessantissima ricetta!!!
    in merito ai plagi,uno degli amministratori di uno dei siti indicati ha avuto la bella faccia di
    inviarmi una mail chiedendomi di modificare il mio post di denuncia perche'ha rimosso il link
    ....c'e' ne vuole di faccia tosta...

    RispondiElimina
  4. che bella ricetta interessante e stuzzicante!

    RispondiElimina
  5. Che bello leggere le tue parole.
    Perchè a me capita spessissimo passare per falsa, per sciocca, per esagerata...
    Il mio non è buonismo... forse è la sindrome della mamma del mondo... che ne so!
    Il fatto è che sto meglio se intorno a me ci sono persone serene.... forse ho poca stima di me.... forse sono un'insicura.
    Il fatto sarà anche egoismo!
    Sono sereni gli altri? allora io sono serena... ergo....
    Ma che ne so!
    E' un mondo dove sorridere quando incontri qualcuno in ascensore fa paura!... o sei una terrorista o ci stai provando!
    Ma io si che ci provo.... fose sbagli, ma mi fa star meglio...

    nasinasi tenerrolamentescemi

    RispondiElimina
  6. Non saprei dirti se la nostra società è davvero così meschina, vero è che questi "signori" copioni ne sono un esempio lampante, almeno chiedessero scusa! Il fatto è che alcuni pretendono pure di avere ragione :(
    Il tuo crumble è davvero bello, molto colorato e più ricco di sapori rispetto alla versione base che avevo fatto io, lo tengo presente.
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  7. Credo che la maggior parte dei comportamenti egoistici e irrispettosi nasca da un mix di meschinità, ignoranza e di totale menefreghismo nei confronti dei sentimenti altrui.

    cmq... parliamo di cose buone e belle come il tuo crumble, davvero sfizioso!
    un bacio

    RispondiElimina
  8. Sai che non riesco a convincermi a mangiare i finocchi cotti? Vedi, più che l'identificazione, di cui parli tu, tra la gentilezza e la vulnerabilità, mi spaventa quella, ora molto in voga, tra la gentilezza e l'ipocrisia, che ha come logica conseguenza l'equazione tra maleducazione e sincerità. Per cui chi è cortese e cerca di usare modi e parole, magari non sentiti fino in fondo, ma comunque mirati a non ferire il prossimo, è necessariamente falso; mentre chi il prossimo lo copre di insulti o di osservazioni e commenti indelicati, è da elogiare in quanto persona vera e genuina.

    RispondiElimina
  9. Il concetto che la gentilezza da diffidenza, lo rilevo ogni giorno nel mio ambito lavorativo, ma qui nel mio privato e nella mia passione mi irrita ancora di più questo calpestare..
    Il tuo crumble è bellissimo, un ottimo modo di impiegare gli ultimi finocchi della stagione, un bacione e buon week end assolato

    RispondiElimina
  10. Una società in cui pare che il motto debba essere "massimo risultato con minimo sforzo"... lo sforzo lo fanno quelli bravi e "scemi" mentre quelli mediocri e senza fantasia, ma "furbi" ci lucrano e si incazzano se qualcuno non ci sta e protesta. Una società ottusa che mi fa molta paura e da cui vorrei scendere....

    Salto a piè pari la tua ricetta, perchè ho troppa fame :) e ti ringrazio per la segnalazione del nuovo blog... drammaticamente scompiscevole :D

    RispondiElimina
  11. Le pecore belano felici per il link e per ringraziarti non ti mandano delle cacchine :)

    La riflessione sulla gentilezza è profondamente vera nella società odierna.

    Mi aggrego al vostro dissenso sui plagi.

    gio

    RispondiElimina
  12. Mamma mia! Le tue foto mi hanno fatto venire una fame... Sono stupende! Si vede tutta la bontà del crumble.
    Sei bravissima!
    Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  13. mannaggia, devo superare la mia diffidenza nei confronti del finocchio cotto, non lo mangio da quandooero piccola perchè ricordo che non mi piace..e se nel frattempo avessi cambiato gusti?

    Sai che non capisco tante volte la gente, la gentilezza è gratis, non costa davvero nulla, eppure rende la vita migliore, e non solo quella degli altri, ma soprattutto quella di chi la esercita....ti abbraccio,buon we!

    RispondiElimina
  14. premesso che anche io ho un conto in sospeso con i finocchi...al di là dei copycats nei confronti dei quali me a rido a crepapelle pechè anche nelle loro manifestazioni da furbetti mi sembrano ridicoli e non mi meritano...
    essere gentili non è più nemmeno uno sport.
    se sei gentile con il prossimo quello è capace di guardarti come se provenissi dalla luna anch se tra gentilezza ed educazione il confine è davvero sottile come un capello.
    che il mndo è dei furbi si sa già dai tempi di Hobbes.
    ma i furbi smettono quando ci sono persone attente come le nostre amiche la mancanza di rispetto dimostrata dai copycats io l'ho interpretta come reazione di panico. :)))
    occhio alle cacchine che quelli del gregge scherzano scherzano e poi....splash

    RispondiElimina
  15. Ti pareva che potevo farlo!!!! Qui niente finocchi!!!!
    Sai tesoro, nel buddismo definiscono mente infantile questo atteggiamento, come i bambini nella fase "io e mio".
    Mano a mano che le persone si ripuliscono dai veleni della mente crescono e diventano più gentili e più sagge, fino a guarire del tutto nel momento in cui realizzano la buddità.
    Il mondo è pieno di gente mai cresciuta...
    Niki

    RispondiElimina
  16. In occasione dell' otto marzo porgo i miei più sinceri auguroni a tutte donne. Maria

    RispondiElimina
  17. Le tue riflessioni sulla gentilezza mi hanno fatto pensare, pensare ai gesti poco carini da perte di qualcuno ma anche ai gesti gentili e d'altruismo compiuti verso di me. Insomma, nonostante tutto, mi sembra di vedere il bicchiere mezzo pieno.

    Questo crumble sembra delizioso, sopratutto quello speck croccantino sopra!

    RispondiElimina
  18. Grazie per la ricetta, molto primaverile e allegra!
    Per quanto riguarda l'articolo che hai letto, mi dissocio dalle considerazioni nefaste degli autori. Sono convinta che ci siano molte persone gentili e disponibili. Alcune sono accanto a noi, altre sono sparse per il mondo, ma tutte lo rendono un posto vivibile.
    Il solo gesto di condividere i pensieri e le ricette in un blog, dimostra la volontà di fare qualcosa per gli altri senza pensare al mero guadagno.
    Tu sei una persona gentile, come tante altre nel mondo...

    RispondiElimina
  19. Quel che dici sulla gentilezza è sacrosanta verità.....basta salire in macchina all'ora di punta e te ne rendi conto....quello che ti sta dietro è pronto a strombazzarti se non parti in quarta appena scatta il semaforo,non parliamo delle precedenze....e della caccia al parcheggio....potrebbero anche picchiarti :(
    Ieri ho rallentato davanti le strisce pedonali per far passare una signora con il carrello della spesa.....mi ha guardato come se le avessi fatto un regalo....si girava e continuava a sorridermi :D
    In quanto al plagio...sono senza parole.....gente piccola piccola:-/
    Buonissimo il tuo crumble Fra!
    Un bacio grande e tanti auguri!

    RispondiElimina
  20. @lise: per non parlare del profumo! l'internazionale è davvero un gran bel giornale

    @stella e mirtilla: ma non hanno davvero vergogna!

    @mary: grazie! ;D

    @miciapallina: no fai benissimo a continuare così! Perchè solo migliorando individualmente si può migliorare questa società

    @camo: è davvero strano più sono in torto e più diventano arroganti

    @essenza di vaniglia: completamente d'accordo

    @onde99: ti assicuro in questo crumble il sapore del finocchio è davvero delicato

    @elga: un bacione anche a te cara!

    @gio: salvata dalla cacca allora ;D

    @carolina: grazie!!

    @ciboulette: come dicevo a onde, in questo crumble il sapore del finocchio è davvero molto delicato (al moroso il finocchio fa schifo ma questo crumble l'ha divorato)...è un modo davvero soft per provare a vedere se i gusti sono cambiati ;D

    @enza: sono d'accordo diventano arroganti perchè si rendono conto di essere stati sgamati!! però fa un po' tristezza questo tipo di comportamento. Io una pecorella ce l'ho in ufficio quindi sono molto attenta!!!

    @niki: vai solo di patate è buonissimo comunque!

    @maria: auguri anche a te cara!

    @fiordilatte: io di natura sono un po' pessimista e queste situazioni mi sconfortano molto...però è vero non bisogna perdere di vista il buono che ci circonda

    @franz: sono convinta che nel mondo ci siano tante persone gentili, ma sono altrettanto convinta che nella società odierna l'altruismo, la gentilezza e l'empatia non siano più considerate delle virtù ma delle debolezze

    @anto: concordo appieno e grazie per i complimenti baciobacio

    RispondiElimina

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs