domenica 23 novembre 2008

E' già Natale?!?

Nella mia famiglia il Natale è un evento fusion. Papà di origini campane, mamma emiliana. Per me ha sempre significato doppia festa :)
La sera del ventiquattro si festeggiava con parenti e amici. Cena rigorosamente a base di pesce, su cui troneggiava il brodetto della nonna e le sue capesante gratinate. A mezzanotte scambio dei regali, con mio padre, improvvisato Babbo Natale, a distribuire i pacchi.
Il pranzo del 25 invece era qualcosa di più intimo. Solo noi cinque davanti a piatti fumanti di tortellini a cui seguiva l'odiato bollito! Ma in questa commistione di tradizioni culinarie c'era un elemento immancabile che riuniva e collegava i due momenti di festa: la torta di tagliatelline della nonna. Col suo guscio friabile e la scioglievole croccantezza dell'inverno eil suo profumo di mandorle e zucchero, questo dolce è per me il simbolo gastronomico del Natale. Più del brodetto. Più dei tortellini. Perchè la torta di tagliatelline, si fa rigorosamente solo per le festività natalizie. Un po' complesso da preparare, ma di una consistenza così particolare da rubarti il cuore.


TORTA DI TAGLIATELLINE




Ingredienti per le tagliatelline: 125g di farina/ 2 uova
Su di una spianatoia disponete la farina a fontana. Sgusciate le uova al centro della fontana e cominciate a impastare. Dovrete ottenere un impasto omogeneo ed elastico. Se eventualmente risultasse troppo appiccicoso aggiungete un altro po' di farina. Quando l'impasto avrà assunto la giusta consistenza, stendetelo finemente con un mattarello, fino ad ottenere una sfoglia sottilissima (deve avere lo spessore di 1-2 mm). Riponete la sfoglia su di un canovaccio pulito e lasciatela asciugare per circa 40 min. Al tatto dovrà risultare setosa e asciutta. A questo punto arrotolate la sfoglia su se stessa e utilizzando un coltello pesante e ben affilato ricavate le tagliatelline tagliando la svoglia dal lato corto. Le tagliatelline devono avere uno spessore sottilissimo. Disponetele su un vassoio infarinato e mettete da parte




Ingredienti per il ripieno: 300g di zucchero/300g di mandorle pelate
Sminuzzate le mandorle a coltello (non utilizzare il mixer) il più fini possibile. Unitele allo zucchero e mescolate per bene in modo che le mandorle si distribuiscano bene all'interno dello zucchero




Ingredienti per la base: 220g di zucchero/ 1 uovo/ 100g di burro fuso e raffreddato/ 90g di latte/ 10 g di lievito/ 350g di farina
Su una spianatoia disponete la farina a fontana. Nel centro versate lo zucchero, l'uovo, il burro fuso, il latte e il lievito. Iniziate a impastare fino a ottenere un impasto morbido, privo di grumi e leggermente appiccicoso. Ponete l'impasto tra due fogli di carta forno e stendetelo con un mattarello, fino a ottenere un rettangolo il più regolare possibile con uno spessore di circa mezzo centimetro.

Composizione del dolce
Riscaldate il forno a 180°. Imburrate e infarinate molto bene una teglia rettangolare (circa 33x23 cm) e adagiateci l'impasto, creando un bordo di circa 3 cm. Fate un primo strato di tagliatelline senza premere troppo sulla sfoglia. Distribuite poi uno strato di zucchero e mandorle, coprendo bene le tagliatelline. Ponete alcuni fiocchetti di burro morbido sullo zucchero. Fate un altro strato di tagliatelline, di zucchero e mandorle e completate con i fiocchetti di burro. Infornate per circa 40 min. Una volta cotta con l'aiuto di un coltello sottile staccate i bordi della torta ancora calda dalla teglia, poi lasciate raffreddare completamente prima di sformarla.



Note
1. La superficie della torta deve brunirsi, ma soprattutto è importante che la pasta base sia ben cotta (vale la prova stecchino). Se la superficie tende a dorarsi troppo prima che la base si cotta coprite la torta con carta stagnola.

2. Questa torta si conserva a lungo (anche una settimana). L'unica accortezza se non la si consuma subito è di bagnarla con della mandorla amara o del brandy, ogni giorno. Bastano alcuni cucchiai distribuiti sulla superficie e la torta si mantiene fragrante per diversi giorni.



E con questa ricetta partecipo a Sapore di Sfida Dolce Natale

Ricette di Natale

30 commenti:

  1. Che bella storia e che bei Natali che avete trascorso! La torta di tagliatelle mi ha sempre incuriosito molto ... prima o poi - già lo so -la dovrò provare! Buona serata Laura

    RispondiElimina
  2. che bella, è da quando abitavo a modena che non la vedo, non sapevo fosse una cosa natalizia...
    baci buon inizio di settimana :-)

    RispondiElimina
  3. Non ne avevo mai sentito parlare - che torta simpatica. Bello leggere delle varie tradizioni natalizie. Anche da noi la cena della Vigilia è di solo pesce. E lo scambio di regali però prima della cena il 24. Si è imposta la tradizione tedesca di mia madre :-)
    Ciao
    Alex

    RispondiElimina
  4. Questa la conosco benissimo! Anche qui a Ferrara viene consumata spesso! bellissima l'ultima foto è spettacolare, bravissima! Elga

    RispondiElimina
  5. Questa davvero non la conoscevo! E come ha fatto notare Elga, meraviglia di foto! Da mangiarsi il monitor :) Buon lunedì (Mon Dieu! Già Natale???)

    RispondiElimina
  6. Ciao Fra! La torta di tagliatelle la prepara anche la mia nonna per Natale, è davvero buonissima! Esistono molte varianti di questo dolce, infatti da un paese all'altro varia la dose di qualche ingrediente... Io la adoro, per me è sinonimo di festa in famiglia!
    Un bacio grande e buon lunedì!

    RispondiElimina
  7. Questo è il secondo Natale che passo lontana e il primo da quando mamma se ne è andata.
    Che bello avere ancora una famiglia, delle tradizioni da seguire, una torta da preparare!
    Un bacione con affetto
    Niki

    RispondiElimina
  8. bellissimo! :)non sapevo che fosse un vostro piatto tipico natalizio. l'ho assaggiato una volta da un'amica ferrarese.. me lo hai fatto ricordare con molto piacere!
    bravissima!

    RispondiElimina
  9. che bella, brava è molto particolare

    RispondiElimina
  10. Ma dai!!! anche da mè cena di solo pesce il 24, regali a mezzanotte e pranzo il 25. Mi hai riportato al ricordo del dolce cha faceva la mia di nonna solo a Natale... ma non ha lasciato la ricetta:S
    La tua torta deve essere buonissima!
    Un bacio

    RispondiElimina
  11. Ma è fantastica! E io neppure sapevo che esistesse! Buona settimana

    RispondiElimina
  12. complimenti partecipi alla grande, con questa torta originale e slurposaaaaaa.....non la conoscevo,
    bacio!

    RispondiElimina
  13. Fra, io sono di origini romagnole, di Rimini per l'esattezza e ti rendi conto che non ho mai mangiato questo dolce? Luca me ne parlava qualche giorno fa, lui ne va matto, e parlando di dolci tipici della zona, ha nominato proprio la torta di tagliatelline, la sua preferita in assoluto. Io mi sono presa la ricetta e con questa in mano proverò uno, a sorprendere Luca e due, ad assaggiare finalmente questo dolce che ho tanto sentito nominare, ma che non ho mai mangiato!
    Baci da Sabrina e da Luca, anche se è al lavoro!

    RispondiElimina
  14. Ciao bella!Uh, che guduria vedere questa delizia..una consolazione per il brutto raffreddamento che ho preso!Mi hai fatto scoprire n cosia davvero speciale, ancora di più perchè sa di famiglia!;)
    bacione
    Saretta

    RispondiElimina
  15. E' bellissima! Sai che non l'abbiamo mai fatta in casa?! Era la torta dei ritrovi di agosto per la mia famiglia (la porta zia Lina, che si fermava sempre dallo stesso fornaio).
    Ribadisco: sei stata bravissima!

    RispondiElimina
  16. Portava... purtroppo il ricordo si riferisce alla mia infanzia/adolescenza... preistoria!!

    RispondiElimina
  17. Che belle le tradizioni, per me natale è la cena del 24, non so ma mi sa di qlc di più intimo, e siccome non lo era anche per gli altri si prospettava sempre la presenza di qualche amico, sempre ben gradito...ho paura che tra noi giovani stiano sfumando queste cose...

    Ottima anche la ricetta, che non ho mai visto, ma la voglio provare!!
    Bacio

    RispondiElimina
  18. ma quanto è buona la torta di tagliatelle! qui si chiama cosi anche se in effetti sembrano piu tagliolini!! ;) c'è anche in versione verde, con dentro gli spinaci, tipo erbazzone dolce! la voglio! quando mi inviti :D ?

    RispondiElimina
  19. La torta con le tagliatelle è davvero buona, bravissima.
    Complimenti per il tuo blog.
    Se vuoi passare da me c'è un pensiero che spero possa farti piacere.

    RispondiElimina
  20. @laura: è davvero un dolce particolare e molto buono...poi sappimi dire se tiè piaciuto ;)

    @stella: sinceramente non so se in tutta l'emilia sia un dolce natalizio, ma da me si prepara praticamente solo a Natale...sarà per il procedimento un po' lungo...:D

    @alex: s' è veramente bello conoscere le tradizioni di altre famiglie, hanno un calore che riscalda

    @elga: grazie, mio nonno sarebbe contentissimo di sapere che si consuma anche a Ferrara dato che mia nonna gli rivendica sempre le origini modenesi di questo dolce :D

    @cielomiomarito: sono contenta di averti fatto conoscere qualcosa di nuovo!

    @camomilla: ehhh siamo proprio bolognesi doc...;P

    @niki: sì è bello, però tu hai dario con cui festeggiare, non buttarti giù ;D

    @maraptica: grazie :)

    @ciciuzza: grazie, non so se sia proprio un dolce bolognese dato che ho la nonna modenese e il nonno ferrarese, ma sicuramente è emiliano!

    @andrea: grazie!!!

    @nepitella: che bello condividere le stesse tradizioni...presto avrai un pupattolo a cui tramandarle :D

    @pasadena: grazie e buona settimana anche a te :)

    @astro: grazie e un bacio anche a te

    @sabrina: spero che con la mia ricetta riesca veramente a fare una bella sorpresa a Luca...se hai bisogno di un qualsiasi chiarimento scrivimi e correrò in tuo aiuto :D

    @saretta: uh tesoro mi dispiace che tu sia raffreddata, però sono contenta che il mio dolcino ti abbia tirato un po' su di morale! :)

    @claud: grazie e mille, mi fa piacere averti riportato alla mente dei bei ricordi...

    @sara: guarda io cerco di mantenerle vive più che posso, anche perchè se no le feste mi intristiscono...da quando la nonna non ce la fa più a organizzare tutto da sola mi sono messa io ai fornelli (troppo divertente) e così cerchiamo di continuare la tradizione :D

    @arietta: promesso la prossima volta che la faccio ti invito e se non riusciamo a organizzarci te la spedisco!

    @roberta: grazie e mille e benvenuta...corro subito da te :D

    RispondiElimina
  21. Fra,
    splendido il racconto :)
    la preparazione è lunga,tipica di ricette dal sapore di antica tradizione. Sarà speciale
    cla

    RispondiElimina
  22. è di una bellezza unica... ma sai che non l'ho mai vista? una ricetta da non perdere: è importante conservare e tramandare certe tradizioni! un abbraccio :-))

    RispondiElimina
  23. Fra, è meravigliosa questa torta...
    Ma le tagliatelline se non vanno cotte prima si cucinano ugualmente?....
    Già dalle foto immagino la fragranza.
    Sa proprio di "casa".
    Grazie.
    :)

    RispondiElimina
  24. @claudia: la preparazione è veramente lunga, ma il risultato compensa la fatica :D grazie per essere passata e aber lasciato un commento

    @sara: estremamente importante...infatti questa domenica: tortellini!!!!

    @serena: no le tagliatelline non si cuociono prima è per questo che devono essere sottilissime! :D un bacio

    RispondiElimina
  25. Bella la storia e bellissima la torta, che davvero non conoscevo, grazie!!!

    RispondiElimina
  26. neanche io conoscevo questa torta, che sa proprio di ricordi...
    ora mi va tanto di provarla....

    RispondiElimina
  27. che buonaaaaaaa!!! questo è un ricordo di infanzia.. ho un'amica a bologna e sua mamma a natale preparava questa torta ed il panone (mi sbaglio o si chiama così?) e ce lo spediva :)))
    è buonissssismaaa :)

    un bacio fusion :)

    RispondiElimina

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs