lunedì 28 settembre 2009

Bruschettiamo!

La teoria dei sei gradi di separazione è un'ipotesi secondo cui qualunque persona può essere collegata a qualunque altra attraverso una catena di conoscenze con non più di cinque intermediari. Se però abiti in una città come Bologna impari che i gradi di separazione si riducono drasticamente. Così spesso si verificano strabilianti "carrambate". Perfetti sconosciuti che fino a tre secondi prima giureresti non aver mai visto in vita tua si trasformano dopo dieci minuti di conversazione nel fratello di una tua compagna di scuola, in un vicino di casa con cui giocavi da bambino e che avevi perso di vista o nella fidanzata del ragazzo che si allena con te in palestra. E capita anche che incontrando una blogger anche su facebook ci si renda conto che fra i suoi contatti c'è anche la tua storica compagna di università. Quella che hai visto tutte le mattine per 4 anni, con cui hai condiviso interminabili ore di studio e di cui hai conosciuto anche la famiglia. E alla domanda "Scusa ma come mai conosci M.?" ti senti rispondere che è la sorella del suo compagno, blogger anche lui. Ma che dico, loro sono la coppia più bella di questo mondo virtuale e io Luca l'ho incontrato più di una volta!!! Solo che dalle foto non l'avevo riconosciuto! (chiedo scusa ma sono una pessima fisionomista :D). Così per celebrare questo RE-incontro ecco una ricetta che partecipa al contest organizzato da Luca&Sabrina. Una bruschetta che ha tutto il sapore delle vacanze appena trascorse e del piccolo tesoro che mi sono riportata a casa come souvenir





CAPONATA CATANESE
IMG_5270
(ricetta originale su La Cucina Siciliana di M.A. Di Leo)


Ingredienti: 2 melanzane grandi/ 1 peperone rosso/ 1 scatola di pomodori pelati/ 1 cipolla/ 150 gr di olive taggiasche/ mezzo bicchiere di aceto di vino bianco/ 100 gr di uva passa/ uno spicchio d'aglio/ olio, sale, pepe
In un tegame soffriggete lo spicchio d'aglio, unite i pomodori pelati, regolate di sale e pepe e lasciate addensare una decina di minuti. A parte friggete le melanzane tagliare a tocchetti, dopo averle lasciate in acqua e sale per circa mezz'ora. In un tegame soffriggete la cipolla e unite il peperone tagliato a dadini, condite con sale e pepe e lasciate appassire. Nel tegame con la salsa pronta unite il peperone appassito, le melanzane fritte, aggiungete le olive e l'uva passa. Mescolate il tutto, ponete su fiamma vivace e sfumate con l'aceto, regolate di sale e pepe se occorre e lasciate insaporire per una decina di minuti

NB: la ricetta originale prevedeva anche l'aggiunta di un cuore di sedano e di un cucchiaio di capperi che io ho omesso per gusto personale, sostituendoli con l'uva passa comprata a Palermo (a differenza di quella che si trova nei comuni supermercati ha chicchi più piccoli e scuri e particolarmente aromatici)

Ponete la caponata raffreddata su fette di pane toscano leggermente abbrustolito.


IMG_5271

---------

Volevo ringraziare tutti per i bellissimi commenti al post precedente, anche da parte del mio nonno :)

32 commenti:

  1. ma vedi come può essere imprevedibile la vita? e poi davvero facebook aiuta! Caponativa deliziosa devo dire !

    RispondiElimina
  2. guarda un po'... ho scoperto Google reader e adesso non mi perdo un post! mette ordine nel mio caos quotidiano, non c'è che dire!
    si sente il proumo della Sicilia in questa bruschetta, ci sono dentro gli odori e i colori di quella bellissima terra!
    ho fame... sarà l'ora?
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. con questa bruschetta mi prendi per la gola!!! è favolosa!

    RispondiElimina
  4. Se le carrambate sono così frequenti a Bologna, figuarti in quello sputacchio che è Modena ;-) Certe scene che voi umani......!!!
    Sono rimasta estasiata dalle tue ultime ricette, che ho spulciato solo ora per mancanza di tempo...e non posso che fare, in ritardo, gli auguri al tuo nonnino, che è tanto fortunato da avere una nipote che lo ha ritratto con parole di una poesia incredibile. Un grossissimo abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Che bruschette meravigliose...

    Sì, la teoria dei 6 gradi di separazione secondo me è verissima...

    ed io non sto su facebook...pensa te :P

    RispondiElimina
  6. anche a me è successa una cosa simile con una blogger della mia città...ottime le bruschette dal profumo d'estate! (ps..per l'altro post avrei voluto scriverti qc, anch'io ho avuto un nonno meraviglioso che non c'è più gia da qualche anno ma avevo un legame speciale, mi manca un sacco e leggendo il tuo post mi sono un pò commossa e mi sì è bloccata la parlantina...)

    RispondiElimina
  7. Mm, this makes my mouth water! Loving that tall pile of veggies.

    RispondiElimina
  8. l'ho sempre detto che tra sicilia orientale e occidentale c'è un abisso :D

    RispondiElimina
  9. Mamma com'è piccolo il mondo vero?!
    Che bella scoperta ahi fatto???
    Buonissime queste bruschette..con ingredienti ancora estivi!
    bacioni

    RispondiElimina
  10. In quanto a carrambate sono un'esperta, nel senso che vivendo in un piccolo centro, la regola dei 6 gradi di separazione difetta un po' ....
    La caponata sulle bruschette è una delizia :)

    RispondiElimina
  11. Pensa che domenica dalle parti mie siamo riusciti a far stare quasi tutto il paese seduto a tavola sotto ad un tendone (a noi Facebook ci fa un piffero) ;)
    Splendide le bruschette.

    RispondiElimina
  12. Fra, a me è successo la scorsa settimana col libraio. Sono entrata per comprare una quantità industriale di libri (di cucina, of course) e parla che ti riparla, ho scoperto che la sua fidanzata ha un blog che conosco benissimo!

    RispondiElimina
  13. Peccato non riuscire più a vedere Faccialibro!!!Anch'io ho assistito a carrambate pazzesche!
    Niente da aggiungere se non che la tua bruschetta è FOTONICAAAAAA!
    bacione

    RispondiElimina
  14. Come è piccolo il mondo! E poi con delle bruschette come le tue, faranno a gara per trovare amici e parenti comuni ;;)

    RispondiElimina
  15. Fra, sono le 12.24 e non puoi mostrarmi una cosa del genere a quest'ora, nel bel mezzo della mia dieta detox!!!

    RispondiElimina
  16. Splendide, da addentare al volo!

    RispondiElimina
  17. Fra com'è se alla fine anche noi ci conosciamo? Me lo sono sempre chiesta, magari eri una mia compagna di liceo e io non lo so! Comunque sia queste bruschette mi fanno una gola tremenda :D
    Un bacione

    RispondiElimina
  18. Una bruschetta con la caponata... ma sai che è una bella idea? Grazie, spunto molto utile in caso di cene improvvisate. A presto
    Sabrine

    RispondiElimina
  19. ommamma, ommamma!
    Ma.. ma è la caponata di mia nonna! È lei, è proprio lei! Ne sono sicuro!! Cos'è, t'è apparsa in sogno?!? E perché a te e non a me?!?

    RispondiElimina
  20. Bedda matri, idda è! Matri, chi fami ca mii vinni!

    Ehm, scusa fra, sono stato posseduto dal demone... ;)

    RispondiElimina
  21. Luca..ahhh quel Luca di Sabrina...che conosce una tua amica....che è la sorella....di Luca. E il cerchio l'ho chiuso...è almeno giusto?
    scelta di una ricettina sicilianissima e superba!

    RispondiElimina
  22. Incredibile, quando il mondo reale si incrocia con quello dei blogger e' gia' una cosa speciale, se poi si erano incontrati gia' in tempi non sospetti e' davvero una carrambata!
    Non posso guardare quella bruschetta che mi viene un languore pazzesco! Un bacio!

    RispondiElimina
  23. Il mondo è proprio piccolo ;)
    Ottime queste bruschette....da mangiare con gli occhi!
    Bacioni

    RispondiElimina
  24. @pippi: si effettivamente fb aiuta!!

    @juls: io cerco di tenermi al passo con la funzione "seguimi"...estremamente comoda!

    @federica: grazie!

    @arietta: grazie tesoro! un bacio

    @baol: si hai ragione anche senza fb la teoria regge più che bene!

    @giò: eh si sto cercando di prolungare il più possibile il mood rilassato delle vacanze

    @hanna: thank you!

    @enza: la sicilia è tutta da scoprire...mi ricordo che avevi postato anche tu la ricetta della caponata, mi sa che vado a rinfrescarmi la memoria

    @manu&silvia: strizzo ancora l'occhio alle vacanze

    @lenny: effettivamente in un piccolo centro è più facile, ma ti assicuro che anche qui non si scherza

    @cielomiomarito: che figata!!!!

    @virginia: è incredibile...il mondo è veramente piccolo a ben pensarci

    @saretta: come mai non vedi più fb???

    @franz: sai che non c'avevo pensato :D

    @onde: ehmmm effetivamente queste non sono molto detox :P

    @gio: e di un paio sei tu la responsabile ;)

    @iana: grazie e benvenuta!

    @camo: ci penso anche io! comincio a indagare, che liceo hai fatto? comunque scommetto che se ci impegniamo qualche conoscenza in comune la troviamo!

    @sabrine: è davvero un piccolo sfizio!

    @renzo: figurati il demone della sicilianità è potentissimo...pensa che colpisce anche me che non posso vantare nessun natale siculo :))

    @astro: si esatto luca, anzi quel Luca è il fratello di una mia compagna di università ;)

    @ciboulette: sì è stato piuttosto strano, devo proprio ammetterlo!

    RispondiElimina
  25. @anto: piccolissimo! grazie bella e rimettiti

    RispondiElimina
  26. Non si può sfuggire ad un foodblogger, soprattutto ora che c'è anche Facebook e... siamo tutti anche di là: una grande famiglia allargata, altro che sei gradi di separazione hehehehe
    Buona la bruschettina caponatosa (probabilmente quella che hai usato tu è uva di Corinto, se gli acini sembrano più secchi e quasi neri).
    Ciaooo

    RispondiElimina
  27. Effettivamente quando aggiungi qualcuno sul faccialibro è interessante verificare se ci sono contatti comuni ;)) Per ora non mi è ancora capitato con qualche foodblogger!

    Le foto di questa bruschetta sono bellissime fra. Forse è il riflesso della luce che rende la caponata così lucida e "condita"...sembra goduriossissima!

    Buona serata fra!

    RispondiElimina
  28. Fra, siamo confusi, ma prima di tutto vogliamo dirti che ci hai fatto un bellissimo regalo con questa bruschetta che non fa che risvegliarci i ricordi delle caponate siciliane, indimenticabili!
    Abbiamo gradito tantissimo la bruschetta, la foto, poi, è davvero FANTASTICA!
    Invece riguardo le parentele non ci abbiamo capito molto, perchè se la sorella di Luca (ha una sorella che si chiama Anna)è una tua amica d'università, qui ci impantaniamo perchè la sorella di Luca non ha frequentato l'Università.
    Ma è facile che tu possa avere incontrato Luca in giro per Bologna, siamo molto curiosi di sapere dove! Dai, faccelo sapere!
    Baciotti e grazie per la bruschetta!
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  29. SwagBucks is an high paying work from home website.

    RispondiElimina
  30. Find out how 1,000's of people like YOU are making a LIVING from home and are fulfilling their wildest dreams TODAY.
    GET FREE ACCESS TODAY

    RispondiElimina

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs