martedì 23 febbraio 2010

Cannelloni della domenica

La domenica spesso è uno di quei giorni in cui ci si riesce a concedere un po' di tempo libero da dedicare alla cucina. Soprattutto quando ero piccola, la domenica mattina significava svegliarsi accolti dal profumo di quei piatti trdizionali emiliani che ha sempre preparato mia nonna. Di alcune ricette vi ho già parlato qui e qui, ma questa domenica, complice il fatto di avere più tempo disponibile per cucinare e la voglia di preparare un pranzo un po' più elaborato per coccolare la weazel e il suo papà ho tirato fuori dai miei fogliettini volanti la ricetta dei cannelloni della nonna Maria. Per essere stato il primo tentativo sono rimasta davvero soddisfatta del risultato.
Ma basta chiacchiere vi lascio con il procedimento di questa eccellente pasta al forno, delicata che nonostante la sua lunga preparazione risulta davvero facile da preparare

CANNELLONI RICOTTA E SPINACI

IMG_5880

Ingredienti per circa 32 cannelloni (2 ruole)

Per la pasta: 6 uova /600 gr di farina
Su una spianatoia formate una fontana con la farina e al suo interno mescolate con una forchetta o con le dita le uova. Con delicatezza aggiungete la farina alle uova cominciando a impastare, fino a ottenetene un composto elastico e uniforme. Avvolgete l'impasto in pellicola da cucina e lasciatelo riposare in frigorifero

Per il ripieno: 750 di ricotta/7 cubetti di spinaci surgelati/ noce moscata qb/1 uovo - 120 gr di parmigiano grattugiato/ sale
Lessate gli spinaci in acqua bollente leggermente salata. Scolateli, strizzateli per bene e tritateli grossolanamente a coltello. In una ciotola capiente lavorate la ricotta con una forchetta per ammorbidirla, aggiungete tutti gli altri ingredienti e mescolate bene per amalgamarli.

Per la besciamella: 90 gr di burro - 150 gr di farina - 900 ml di latte
In un tegame dal fondo spesso fate fondere il burro e aggiungete la farina tutta in una volta. Cominciate ad amalgamare il tutto con una spatola in silicone o un cucchiaio di legno fino a ottenere un composto dorato che si stacchi dalle pareti del tegame. A questo punto iniziate ad aggiungere il latte a filo continuando a mescolare. Portare a bollore e cuocete fino a ottenere la giusta consistenza (la besciamella deve risultare cremosa e senza grumi, se questi dovessero formarsi usate un frullatore a immersione per eliminarli ;) )

Procedimento
Togliete la pasta dalla frigo e con un mattarello o la macchina apposita stendete una sfoglia di circa mezzo millimetro. Nel frattempo portate a ebollizione una pentola di acqua leggermente salata. Ricavate dalla sfoglia dei rettangoli di circa 3cm di larghezza x 8cm di lunghezza. Lessateli per circa 2 minuti nell'acqua in ebollizione, scolateli e asciugateli su uno strofinaccio di cotone. Distribuite il ripieno su ogni rettangolo, formando un vermicello sul lato lungo dell'impasto e ripiegate verso l'interno per formare il cannellone. Procedete così fino a terminare gli ingredienti.
Deponete i cannelloni, affiancati su due file, nelle teglie leggermente condite con un velo di besciamella. Formate due strati ricoprendo ciascuno strato con la besciamella. Completate con una spolverata di parmigiano grattugiato. Infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti o fino a che la superficie non risulta brunita (gli ultimi 5 minuti accendete il grill)

Spero di essere riuscita a spigarvi bene i vari passaggi, vi assicuro che è più facile farlo che leggerlo ;)

22 commenti:

  1. Anche per me la domenica è famiglia e cibo. Ovvero grandi pranzi, in cui i superclassici cannelloni, lasagne, tortellini, ravioli, etc...non mancano mai.Una di queste domeniche dovrò tirare fuori anch'io i miei bigliettini e preparare un bel pranzetto casalingo!

    RispondiElimina
  2. sono il mio piatto della domenica preferito. Saranno secoli che non li mangio.

    RispondiElimina
  3. Anche per me la domenica è proprio così...
    In settimana è già tanto se riesco a preparare qualcosa solamente per il bisogno di sfamarmi!
    I tuoi cannelloni sono meravigliosi Fra... :)
    Buonanotte!

    RispondiElimina
  4. mi piacciono da impazzire, sai che ne mangiavo tantissimi quando ero "piccola" qualche annetto fà, molto più magra e capace di eliminare facilmente. ora non ti nego che farei la stessa cosa e siccome io la dieta la faccio ""leggera" cioé, non rinuncio a tutto ma alla quantità... uno posso anche concedermelo no?...
    bella l'inquadratura!;;)

    RispondiElimina
  5. Sai che non ho mai mangiato i cannelloni in casa?... sono un piccolo caso umano credo..
    Hanno un aspetto davvero invitante, mi piacerebbe provare a farli qualche volta!

    RispondiElimina
  6. Fra ma lo sai che anche a casa mia i cannelloni o le lasagne erano di rito la domenica.... :-)
    quel profumo che usciva dal forno quando eravamo ancora al calduccio sotto le coperte eheheh che meraviglia...mi hai messo una voglia...!!!
    un bacetto
    Pippi

    RispondiElimina
  7. Ciao ! Se vuoi fare una visita al mio blog ho un pensiero per te !
    ciao ciao
    Rossella

    RispondiElimina
  8. ma davvero i cannelloni sono emiliani? Dvrò cimentarmi anch'io prima o poi!

    RispondiElimina
  9. Buoni buoni buoni buoni! Non li mangio da una vita (da quando lavoravo al ristorante e non toccava a me cucinare ;) ) Magari per il pranzo di Pasqua... Grazie!

    RispondiElimina
  10. @olivia: sì è sempre un vero piacere mettersi ai fornelli e preparare un buon pranzo per la propria famiglia. Da sempre grande soddisfazione

    @alem: anche io ero un sacco di tempo che non li mangiavo, ma che bello riscoprire il loro sapore!

    @camo: grazie tesoro, tutto merito della nonna ;)

    @mariluna: proprio vero, ogni tanto,senza esagerare uno sfizio ce lo possiamo proprio concedere

    @gloria: provali, ti assicuro che rimmarrai piacevolmente soddisfatta

    @pippi: eh sì il loro profumo è veramente contagioso, se li provi a rifare dimmi se ti sono piaciuti

    @rossella: vengo subito ;)

    @iana: la mia versione è leggermente più leggera, quella bolognose prevede anche mortadella e pamigiano nell'impasto e l'aggiunta di un po' di ragù nella besciamella ;)

    RispondiElimina
  11. @cielomiomarito: dai provali, in realtà sono davvero facili da preparare, e poi dimmi come ti sono venuti. Un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  12. buonissime, ma per me è molto doloroso leggere questa ricetta: sono allergica alle uova!!!!!!buuuuu!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  13. Come tutti i primi devono essere saporiti
    e morbidissimi, di ricotta me ne intendo
    ciao Andrea

    RispondiElimina
  14. Buondì Fra! Sono molto simili a quelli che facciamo anche noi, ma di solito ci mettiamo anche il ragù, mi piace questa versione bianca!
    Buon fine settimana, un bacio :)

    RispondiElimina
  15. Oddio che visione paradisiaca!! :X adoro questo genere di classicismo! :) Non ti stupire che ti sia venuto tutto bene al primo tentativo. A me capita sempre quando prendo le ricette di mia mamma o di mia zia.. non so come mai, l'esperienza di anni che ha generato quella ricetta, oppure i dettagli precisissimi dei procedimenti.. insomma sono le cose che vengono meglio! probabilmente sarà così anche per le ricette di tua nonna. in realtà è solo merito loro :) però è bello portarsi dietro questa memoria... non sai quanta paura ho di perderla!
    un bacio. buon week end

    RispondiElimina
  16. la domenica è d'obbligo un primo ricco e coinvolgente, come questi cannelloni. mi piace la versione bianca, candida e più delicata.

    RispondiElimina
  17. E' veramente una festa per gli occhi oltre che per il palato vedere arrivare in tavola un piatto così ricco e preparato con cura...
    Il ripieno poi sarebbe piaciuto a mia suocera ...lei era romagnola e non metteva carne nei sui ripieni
    Baci e buon we

    RispondiElimina
  18. li ho mangiati ieri...assolutamente divini..però purtroppo non sono usciti bene come i tuoi..:(
    eh vabbe..complimenti:)

    RispondiElimina

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs