venerdì 18 luglio 2008

Senso dell'umorismo

In principio Dio creò il cielo e la terra. Dio disse: «Sia la luce!». E la luce fu. Dio vide che la luce era cosa buona e separò la luce dalle tenebre e chiamò la luce giorno e le tenebre notte. Dio fece il firmamento e separò le acque. Poi creò gli essere marini e gli uccelli. Popolò la terra con gli animali e infine pose a dominio di tutto ciò l’Uomo e la Donna, Adamo ed Eva. Infine Dio creò il tempo atmosferico, l’avvicendarsi delle stagioni, la pioggia e l’arsura. Ma Dio amava Adamo ed Eva. Le acque non sfociavano in tempeste e il sole non bruciava le piante, in modo che queste fossero sempre fertili e cariche di frutti. Ma Eva mangiò la mela, cadendo nella tentazione del serpente. L’Uomo e la Donna furono cacciati dal paradiso terrestre e Eva partorì con dolore. L’umanità vide la propria genesi.
Da quel momento in poi gli uomini lottarono per soggiogare la natura. Affrontarono epidemie e guerre. Crearono comunità e stati. Attraversarono i secoli costruendo e distruggendo, producendo cose sublimi e atroci. Venne il tempo della tecnologia, delle società moderne, basate sul lavoro e l’economia. Si istituì la settimana lavorativa e di conseguenza il week-end. E fu allora che Dio capì come poter divertirsi ancora un po’ con le sue piccole e pazze creature.
Così quando passate la settimana al lavoro, rinchiusi nel vostro ufficio, a guardare il cielo blu pregustando il fine settimana da trascorrere al mare o in montagna e arrivate, il venerdì, ascoltando previsioni che danno tempo in peggioramento sapete che oltre a ringraziare la sfiga, l’inquinamento, le stagioni completamente impazzite, potete volgere il vostro pensiero a quel Dio un po’ burlone che continua a divertirsi con la nostra follia

Domani si parte. Quattro giorni di completo riposo fra il Trentino, Verona e poi forse un giorno al mare. La weasel invecchia e bisogna festeggiarla coccolandola un po', se no cade in depressione. Vi lascio con una ricetta veloce, ma ricca di profumi. Una ricetta a cui sono molto affezionata, perché è uno dei cavalli di battaglia della mia nonna. Spero che la gusterete virtualmente domenica al brunch diGrazia e Cocò


POMODORI AL GRATIN

Lavate dei bei pomodori ramati, tagliateli a metà e privateli dei semi (non togliete troppa polpa). In un mixer frullate un mazzo di prezzemolo, un po' di sale e del pan grattato, versando a filo l'olio fino a che non otterrete delle briciole ben bagnate. Ricoprite la superficie dei pomodori con questo impasto e cuocete in forno caldo a 160° per circa 40 min.

22 commenti:

  1. A volte mi sento come un pesciolino nella bolla....e il padrone che dall'alto ci guarda divertito....magari siamo dentro Matrix...
    Sai mia sorella quando era piccola mise dell'acqua ossigenata al piccolo pesce rosso perchè lei era convinta che avrebbe respirato meglio. Povero pesce....da rosso diventò "mesciato" praticamente biondo platino e campò per altri 5 anni nel suo acquario, felice del suo nuovo aspetto...aspetta non è che glielo avessi mai chiesto però quando vedeva mia sorella scondinzolava come un cagnolino girando e rigirando la sua coda rossa.
    L'unica cosa rossa che gli era rimasta....

    Il pomodoro gratinato è una bella ricetta fresca e veloce...domani lo proporrò con il ripieno di panzanella e poi lo gratino al forno...e vaaaiiii.

    RispondiElimina
  2. sei troppo forte cara fra!!!!
    ottima anche la ricetta dei pomodorini ;)
    buon week

    RispondiElimina
  3. Grande Fra!
    Buon Week-end.
    Si, W. è vecchio ;P

    RispondiElimina
  4. Ciao Fra, belli belli questi pomodori. Fanno subito estate, fanno subito brunch!

    RispondiElimina
  5. Favolosi questi pomodori!
    Ciao Fra, buona domenica!
    Stefano

    RispondiElimina
  6. che buoni! una ricetta semplice ma splendida!! li mangiavo sempre in francia quando andavamo ad arles..all'hostellerie de la source, un hotel che consiglio a chiunue vada ad arles...si, comunque sono buonissimi!!
    e...io il senso dell'umorismo ce l'ho vago...dipende dall'umore...! ;)

    RispondiElimina
  7. i senso dell'umorismo è qualcosa di innato lo si può solo elaborare con il tempo e non crearlo, i pomodorini gratinati sono la mia passione

    RispondiElimina
  8. Sei simpaticissima e dotata di un senso dell'umorismo fuori dal comune.
    Grazie per aver condiviso con noi questa ricettta estiva di famiglia.
    Ciao

    RispondiElimina
  9. il tuo annedoto è quanto mai veritiero, ahinoi!

    complimenti per quella foto, è veramente bella!
    anche io faccio spesso i pomodori gratinati, ci piacciono molto, seguo la ricetta di mamma che prevede prezzemolo aglio pangrattato parmigiano capperi e olio, tutto tritato e mescolato assieme :)

    un bacione e buona settimana!

    RispondiElimina
  10. Fraaaaa!!!!! ehehehe vedrai che il tempo alla fine si rimette e tu puoi goderti la tua vacanzina!!! quei pomodorini sono buoooooooooniiii e me li voglio preparare che ne ho una quintalata e non so cosa farciiiiiiiii heeheheheh ciao Pippi

    RispondiElimina
  11. Ma comeeeee!!
    vieni a Verona E NON MI DICI NIENTEEEEE?????? ed ora come ti becco a te????

    RispondiElimina
  12. Buoni i pomodorini gratinati!!! Anch'io li faccio spesso, proprio con gli stessi ingredienti! Sarà che siamo entrambe bolognesi e la ricetta è la medesima??
    Baci e buona serata!

    RispondiElimina
  13. mi ha fatto bene scrollarmi di dosso lo stress accumulato nelle ultime settimane di lavoro (ma non solo) leggerti mi fa sentire meno stupida e sola. buona mini vacanza

    RispondiElimina
  14. Fra! Buongiorno tesoro! ma come ritorno io da lavoro e vai via tu per la weazel :-D..beata waezel così coccolata.
    Divertitevi e mi raccomando ti voglio bella energica quando torni così ti strapazzo meglio di coccole senza rimorsi
    Bacio
    Silvia

    RispondiElimina
  15. Buonissimi; anch'io li facci ospesso aggiungendoci del parmigiano grattuggiato ed usando un mix di erbe fresche!! Divertiti e soprattutto rilassati in vacanza!!!!

    RispondiElimina
  16. GRazie! grazie a tutti di essere passati e aver lasciato un pensiero. E' bello tornare a casa e leggere i vostri commenti. Siete speciali
    Un abbraccio, con tanto affetto

    RispondiElimina
  17. Bellissima foto e poi come te questi pomodorini fanno parte anche di una mia ricetta tradizionale casalinga familiare...ti ho detto tutto e poi vedo che le unghie non le hai ancora smaltate e poi ...che dici...a proposito del post giù...toccherà anche a me? appena arrivo mi dovro' tingere anch'io le dita? e per quanto riguarda il tatuaggio..l'idea non é male io fare il codi berra alla caviglia...baci cari e buon pomeriggio :)

    RispondiElimina
  18. Ciao piccolo fiore
    un saluto sul tuo blog mi sembra dovrroso anche per guardare e ammirare le ultime news.
    Ora anche io sono tornata a casa ma senza molto dispiacere.
    Il mio gatto è lì che mi gira intorno e mi controlla nel caso sparisca di nuovo!!!
    Ma le ferie VERE devi ancora farle??
    Spero di sì
    E poi voglio vedere le tue unghie nuove assolutamente!!!!
    Baci per ora e a prsto
    Grazia

    RispondiElimina
  19. Ricetta fatta e dedicata alla FRA....con o senza senso dell'umorismo c'è piaciuta da morire...
    Bravaaaaaaa

    RispondiElimina
  20. Bella ricetta e bellissimo blog, complimenti, ti aggiungo subito nei miei feed

    RispondiElimina
  21. @mariluna: a te prenderanno anche l'impronta dei denti...vivi all'estero e potresti essere una spia ;D...fortunatamente la mano in foto non è mia se no dovrei pensare seriamente di depilarmi hihihih :D

    @mammazan: e si le ferie vere arriveranno a fine agosto...l'è luuuunga ancora

    @velia: addirittura una ricetta dedicata...guarda che mi monto la testa ;) grazie tesoro un bacio

    @max: grazie e mille ti inserisco anche io hai proprio un bel blog

    RispondiElimina

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs