lunedì 6 luglio 2009

Madre del Riso

Un libro della memoria. Un diario in cui si intrecciano le voci dissonanti di una famiglia.
Malaysia, inizio novecento. E' Lakshmi a cominciare il racconto. Il suo matrimonio, l'inganno, l'inizio di una nuova vita lontana dalla madre adorata. Ma lei è forte, lei diventerà un diamante duro e brillante, pericolosamente tagliente, contro cui si infrangeranno le avversità, ma che spezzerà anche amori e amicizie. Alla sua voce si alternano quelle di suo marito Ayah e dei suoi figli. Parole che raccontano esistenze difficili, segnate dalla guerra e dal lutto. Perché sarà proprio la morte a mescolare le carte del destino e a tingere la sorte di questa famiglia di una disperazione che li terrà inevitabilmente legati l'uno all'altro. Catene fatte di colpe e accuse, ma anche di un amore malato, denso come il sangue che scorre nelle loro vene.
E mentre le pagine scorrono e i ricordi si accumulano sui nastri registrati da Anna si rimane profondamente intrappolati in questa atmosfera che profuma di manghi e cocco. Nella mente si materializzano i colori dei sari, sgargianti come piume di uccelli, delle spezie e due splendidi occhi verdi che ci accompagnano lungo il racconto. E mentre la storia si dipana, tassello dopo tassello ricomponendo il quadro spezzato, ci sentiamo come Nisha, ultima discendente di Lakshmi, depositaria di tutte queste memorie, ma priva di ricordi propri. Attraverso le registrazioni fatte dall zia, Nisha, e noi con lei, si riappropria della sua storia e della sua vita. Perché senza il passato non ci può essere futuro.

Madre del Riso è una storia così profonda da fare male. Grazie Eniko per questo regalo straordinario.


Oggi niente ricetta. Sono tornata ieri sera da un favoloso fine settimana, spero di riuscire al più presto a postare alcune foto per poter condividere un po' della pace che si respira attraversando le Dolomiti. Per il momento vi ringrazio per i vostri commenti, come sempre siete riusciti a commuovermi. Un bacione e

BUON LUNEDI'

19 commenti:

  1. Come sono felice x il tuo favoloso we sulle Dolomiti!
    E grazie infinite per questa recensione eccellente.Lo comprerò!
    Bacione e buona settimana!

    RispondiElimina
  2. Ciao Fra,

    grazie della recensione. Mi incuriosiscono i libri che scegli e vedo che sei su aNobii: posso aggiungerti?
    buon lunedì anche a te,

    wenny

    RispondiElimina
  3. Che bello! Anche io non vedo l'ora di recensire il primo libro del booksharing e pure io questo week end sono stata sulle Dolomiti:)

    RispondiElimina
  4. Lieta di ritrovarti dopo il tuo weekend di decontrazione, con una recensione così interessante... bella la storia, l'ambientazione e bello il modo con cui ce le hai raccontate...

    RispondiElimina
  5. Un week end necessario per ritrovare un pò di fresco e l'abbronzatura ;)

    RispondiElimina
  6. Viene voglia di correre a comprarlo.... (bentornata!)

    RispondiElimina
  7. ciao fra, ben tornata, aspettiamo racconti e resoconti :-)

    RispondiElimina
  8. ma anche tu eri fra quelli che si sono abbracciati le tre cime?? :)

    Il prossimo libro che leggero' sara' "il ragazo giudto", un'altra full immersion nelle atmosfere indiane...mi segno anche questo, comincio a prenderci gusto :)
    Un bacio!

    RispondiElimina
  9. Ma guarda che caso, anch'io oggi ho parlato di libri...
    Mi incuriosisce molto questo di cui hai parlato tu.
    Buona serata!

    RispondiElimina
  10. quanto mi manca la montagna! le tre cime per me hanno un sapore particolare legato all'infanzia..emozione pura!
    il libro l'ho letto parecchi anni fa e ricordo che mi era piaciuto anche se concordo con la tua frase finale!

    RispondiElimina
  11. Per favore appena puoi pubblica un post con le foto del tuo giro!!
    Grazie per il libro consigliato, ne ho preso nota ma per il momento sto leggendo il 2° libro della serie Millenium e appena finito quello attacco con il terzo... ma appena finito anche quello vado a comprarmi quello da te raccomandato!!

    RispondiElimina
  12. questo libro mi manca..
    splendide le dolomiti...così grandi, così importanti!! :))

    buonissima giornata
    baciusss

    RispondiElimina
  13. Sembra molto intenso questo romanzo, grazie per avermelo fatto conoscere :) Attendo le foto delle Dolomiti, mi mancano tanto...
    Un bacione!

    RispondiElimina
  14. @saretta: è un libro stupendo te lo consiglio!

    @wennycara: certo che puoi anzi mi farebbe molto piacere

    @elga: le dolomiti sono splendide...dove sei stata?

    @antonietta: concordo, un libro bellissimo

    @onde99: è facile recensire un libro così ben scritto...davvero molto bello te lo consiglio

    @gio: più che altro l'ustione ;D

    @cielomiomarito: grazie!

    @babs: appena metto in ordine le foto vi tedierò con un racconto dettagliatissimo ;D

    @mirtilla: te lo consiglio, ti terrà incollata alle pagine

    @ciboulette: no io ho fatto una semplice scarpinata però ho visto tutti i ragazzini che si radunavano per l'evento

    @carolina: corro a leggerti!

    @giò: io non c'ero mai stata e sono rimasta incantata dalla loro grandiosa perfezione

    @grazia: sto ordinando le foto ma appena finisco vi racconto tutto. Io sono alle prese con il primo libro, mi sta affascinando molto

    @brii: un bellissimo libro te lo consiglio...e le dolomiti lasciano senza fiato

    @camo: promesso le foto ci saranno presto ;D

    RispondiElimina
  15. Una storia intensa a più voci, di un vissuto sofferto e intricato come solo la vita sa costruire: un racconto molto seducente, dovrò annotarmelo :))

    RispondiElimina
  16. Grzaie per la segnalazione, Fra:) Sono contenta che il tuo we sia andato alla grande:) Un bacione*

    RispondiElimina
  17. intenso
    grazie, è una cosa bellissima quello di recensire i libri da te letti e credo che sia molto bello per chi te l'ha spedito sapere cosa ne pensi
    me lo segno devo andare in libreria, d'estate leggo molto moltissimo *

    RispondiElimina

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs